locomotiva elettrica del gruppo e444

PROTOTIPI

Origine: Italia.
Anno di costruzione: 1967-1968.
Tipo: locomotiva per treni passeggeri.
Propulsione: elettrica a corrente continua, 3000 V.
Velocità massima: 180 Km/h.
Regolazione velocità: reostatica.
Esemplari costruiti: 4.


E444-002 al traino del treno rapido 904 proveniente da Napoli Centrale (foto Claudio Pedrazzini, 12-06-1974, Roma Termini)


Locomotiva e444-003, uno dei prototipi, nel Deposito Locomotive di Milano Greco (foto W. Bonmartini, anni 70)

PRIMA SERIE

Origine: Italia.
Anno di costruzione: 1970-1972.
Tipo: locomotiva per treni passeggeri.
Propulsione: elettrica a corrente continua, 3000 V.
Velocità massima: 200 Km/h.
Regolazione velocità: reostatica.
Esemplari costruiti: 50.

Queste locomotive differiscono a prima vista dai prototipi per via dei frontali aerodinamici e per l'abbandono dei panconi. La numerazione che identifica queste macchine va da e444-006 a e444- 055.


Locomotiva e444-033, Deposito Locomotive Milano Greco, anni 80. Si nota lo schema di pitturazione originario dei locomotori e444, dalla 006 in poi, ancora privo della fascia rossa (Autore ignoto)

SECONDA SERIE

Origine: Italia.
Anno di costruzione: 1973-1974.
Tipo: locomotiva per treni passeggeri.
Propulsione: elettrica a corrente continua, 3000 V.
Velocità massima: 200 Km/h.
Regolazione velocità: reostatica.
Esemplari costruiti: 60.

La numerazione che identifica queste macchine va da e444 058 a e444 117. 12 di queste locomotive sono equipaggiate per il funzionamente dei servizi ausiliari a 1500 V cc, per consentire l'ingresso nella stazione di Ventimiglia. Contemporaneamente altre 4 macchine di prima serie (e444 031 - e444 034) vengono modificate per operare nelle stesse condizioni.

Negli anni 80 questa locomotiva diventa la protagonista dei treni più importanti e veloci: i treni TEE tra cui: Gottardo, Mediolanum, Ticino, Vesuvio, eccetera. Inoltre, sostituì il Settebello nel servizio rapido Milano-Roma. Venne inoltre modificata l'apparecchiatura di ripetizione segnali a 4 codici in quella a 9 codici.

Seguono alcune foto scattate negli anni 70 in servizio con la locomotiva e444-095, scattate prima di effettuare due servizi speciali che consistevano in due corse prova: Milano centrale - Parma e viceversa, con il macchinista M. Milillo del deposito locomotive di Milano Greco.


Locomotiva e444-095, seconda serie (foto B. Fiorilla)


(Foto M. D'Incà)


Particolare della cabina di manovra (foto B. Fiorilla)


A sinistra tachigrafo; a destra cruscotto dell'apparecchiatura per la ripetizione continua dei segnali in macchina a quattro codici Westinghouse, integrato dal controllo della velocità ubicato in alto a sinistra a fianco ai due pulsanti (foto B. Fiorilla)
Quest'ultimo veniva montato principalmente nelle e444 negli anni 70. Questo dispositivo di controllo velocità, quando veniva captato il codice 75, imponeva riduzioni di velocità nell'aproccio al segnale a via impedita. Nel display quadrato compariva la velocità a scalare in avvicinamento al segnale: progressivamente 30 Km/h, 20 Km/h, 10 Km/h e 5 Km/h. Non adeguando la velocità ai limiti imposti dall'apparecchiatura, sarebbe intervenuta in automatico la frenatura rapida del treno.


E.444.100 attestato al "Treno della Moda" in sosta sul primo binario della stazione di Brescia; si nota alla guida il cav.Alfredo Forti (foto Claudio Pedrazzini, 13-03-1974)


Locomotiva e444-082 in marcia (foto F. Pinton)

SHUNT CHOPPER

Origine: Italia.
Anno di costruzione: 1973.
Tipo: locomotiva per treni passeggeri.
Propulsione: elettrica a corrente continua, 3000 V.
Velocità massima: 180 Km/h.
Regolazione velocità: shunt chopper.
Esemplari costruiti: 2.

Nel 1974 le locomotive e444-056 ed e444-057 vengono equipaggiate con un regolatore di velocità statico a tiristori collegato in derivazione al reostato tradizionale (shunt chopper). La velocità massima veniva fissata a 180 Km/h incrementando per lo sforzo di trazione massimo che passava a 215 Kn rispetto ai 201 Kn delle consorelle ed ai 175 Kn dei prototipi. Entrambe le locomotive dopo un periodo di prova vennero ritrasformate con equipaggiamento tradizionale che nel frattempo era stato unificato per entrambe le serie. E' stata prodotta anche la e444-056, "shunt chopper", anno 1974, successivamente modificata in e444R.

FULL CHOPPER

Origine: Italia.
Anno di costruzione: 1975.
Tipo: locomotiva per treni passeggeri.
Propulsione: elettrica a corrente continua, 3000 V.
Velocità massima: 200 Km/h.
Regolazione velocità: full chopper.
Esemplari costruiti: 1.

Un discorso a parte merita la e444-005 che è stata utilizzata per lo sviluppo dei regolatori di velocità full chopper, che poi saranno adottati sulle e632 ed e633.


Locomotiva e444-005 nel D.L. Milano Greco, 1976 (foto G. Cappelli)


E444.005 in sosta in deposito locomotive di Milano Centrale - In posa il cavalier Alfredo Forti, Capo Deposito (foto Claudio Pedrazzini, 11-03-1976)

Fu la prima locomotiva FS ad azionamento elettronico.
Esteticamente si differenziava dalle consorelle per le ampie griglie sulle fiancate, necessarie per la ventilazione degli equipaggiamenti elettronici. 
E' stata ritirata dal servizio nel 1981. Tra il 1987 e il 1989 è stata ricostruita con equipaggiamento elettrico di serie simile alla serie e444.058-117. Fu infine riqualificata in R nel 1996.


E.444.111 appena giunto da Milano al traino del treno Intercity "Giorgione" atteso ad Udine (foto Claudio Pedrazzini, Brescia, 15-08-2001)


E.444.107 al traino dell'Intercity "Ludovico Sforza" proveniente da Milano Centrale entra in stazione di Brescia (foto Claudio Pedrazzini, 19-07-2003)


E444-029 al traino di un Eurocity EC78 a Desenzano del Garda (foto Claudio Pedrazzini, 28-09-2002)