locomotiva elettrica del gruppo e633 - e632

e633

Origine: Italia.
Anno di esercizio: 1980 ad oggi.
Tipo: locomotiva per treni merci e passeggeri.
Propulsione: elettrica a corrente continua, 3000 V.
Velocità massima: 130 Km/h/.
Esemplari costruiti: 147 più 4 prototipi.


Loc. e633-001 nel Deposito Locomotive di Milano Centrale (foto W. Bonmartini)


(Foto B. Fiorilla)
Foto prima della partenza del treno. Alla guida del treno viaggiatori 216 nell'anno 2004, con locomotiva titolare e633-210 e la locomotiva e633-208 in comando multiplo, in partenza dalla stazione di Torino Porta Nuova per Modane, alle ore 23.48 con l'arrivo alla stazione di Modane alle ore 1.12. Il collega di turno era Iacono Carmelo.

La locomotiva e633 fa parte delle prime locomotive elettroniche con impianto elettronico digitale per il controllo della trazione, costruite secondo l'esperienza maturata con la locomotiva e444-005 "full chopper".
Questa locomotiva è frutto del talento della scuola italiana con riferimento agli esperimenti condotti nel 1976 sugli impianti di trazione a corrente continua a base di tiristori.
Queste locomotive, chiamate "tigri" sono state concepite per l'accoppiamento con carrozze semi-pilota, tramite un impianto di telecomando a 78 poli. Alcune macchine sono state attrezzate con telecomando ZDS a 13 poli, per l'uso in comando multiplo a 2 unità, per l'impiego al traino di merci pesanti su linee di valico insieme a macchine dello stesso gruppo o alle e652.
La locomotiva e633 ha il rapport0 di trasmissione corto 29/64; la locomotiva e632 ha il rapporto di trasmissione lungo 36/64.

e632

Origine: Italia.
Anno di esercizio: 1983 ad oggi.
Tipo: locomotiva per treni merci e passeggeri.
Propulsione: elettrica a corrente continua, 3000 V.
Velocità massima: 160 Km/h/.
Esemplari costruiti: 65 più 1 prototipo.


Locomotiva e632-047 alla stazione di Reggio Emilia (foto A. Brasca)


Locomotiva e632-054 (foto F. Barattini, anni 80)


Vettura pilota treno navetta in prossimità di Milano Certosa (foto A. Brasca, anno 2003)


Carrozza pilota in livrea pubblicitaria, Milano Centrale, anno 2000 (foto G. Catasta, tratta dalla rivista "I Treni", dicembre 2000)